Il coaching è una metodologia sempre più diffusa

Il coaching è una metodologia sempre più diffusa, finalizzata a sviluppare le capacità di imprenditori, manager, professionisti e anche di privati.

Il punto sul settore con ICF ed esperti italiani e internazionali

Il coaching supporta la consapevolezza, la flessibilità al cambiamento e la forza di essere guida. “Ogni manager, imprenditore o professionista è chiamato a esprimere la propria forza comunicativa e motivante, nel guidare persone e organizzazione verso una crescita sostenibile. La sfida è trasformare e trasformarsi. La parola ‘change’ è realtà inalienabile dalla vita quotidiana.

Le persone agiscono in un mercato che cambia alla velocità della luce, con regole del gioco che un tempo rimanevano stabili per anni e oggi si dissolvono nel vento e cambiano forma prima che ce ne accorgiamo.

Desideri diventare coach? Il master realizzato dopo oltre 20 anni di esperienza nel settore! 

Imprenditore e manager oggi significa flessibile, dinamico, veloce, forza di rigenerarsi e rimotivarsi e continuare uno sviluppo che incontra successo ma anche resistenze e criticità. Per non parlare della capacità di applicare metodi e processi di lavoro semplificato,efficace, strategicamente rivolto al futuro pur preservando un patrimonio di valori e competenze”.

Quanto agli ambiti in cui c’è maggior interesse per il coaching, per Osnaghi sono svariati e differenziati: “I.e.Farmaceutiche, IT, analisi di dati sensibili, case editrici (divulgazione medico-scientifica e non), enti fieristici, giochi elettronici, games and lottery, software house, alta moda & luxury goods, istituti di ricerca sul cancro, istituti clinici ospedalieri, alimentari, spirits and liquor, ricerche di mercato, grande distribuzione, robotica, istituti bancari, automotive, condizionamento, raffinerie e petroli, cementi”.

Intervento di Marina Osnaghi, MCC, direttore didattico Professional Coaching School di Marina Osnaghi® e Coaching, Project Manager di Coaching&Coaching. @Harvard Business Review: Focus sul Coaching

Il coaching è una metodologia sempre più diffusa, finalizzata a sviluppare le capacità di imprenditori, manager, professionisti e anche di privati.

Il punto sul settore con ICF ed esperti italiani e internazionali

Il coaching supporta la consapevolezza, la flessibilità al cambiamento e la forza di essere guida. “Ogni manager, imprenditore o professionista è chiamato a esprimere la propria forza comunicativa e motivante, nel guidare persone e organizzazione verso una crescita sostenibile. La sfida è trasformare e trasformarsi. La parola ‘change’ è realtà inalienabile dalla vita quotidiana.

Le persone agiscono in un mercato che cambia alla velocità della luce, con regole del gioco che un tempo rimanevano stabili per anni e oggi si dissolvono nel vento e cambiano forma prima che ce ne accorgiamo.

Imprenditore e manager oggi significa flessibile, dinamico, veloce, forza di rigenerarsi e rimotivarsi e continuare uno sviluppo che incontra successo ma anche resistenze e criticità. Per non parlare della capacità di applicare metodi e processi di lavoro semplificato,efficace, strategicamente rivolto al futuro pur preservando un patrimonio di valori e competenze”.

Quanto agli ambiti in cui c’è maggior interesse per il coaching, per Osnaghi sono svariati e differenziati: “I.e.Farmaceutiche, IT, analisi di dati sensibili, case
editrici (divulgazione medico-scientifica e non), enti fieristici, giochi elettronici, games and lottery, software house, alta moda & luxury goods, istituti di ricerca sul cancro, istituti clinici ospedalieri, alimentari, spirits and liquor, ricerche di mercato, grande distribuzione, robotica, istituti bancari, automotive, condizionamento, raffinerie e petroli, cementi”.

(Intervento di Marina Osnaghi, MCC, direttore didattico Professional Coaching School di Marina Osnaghi® e Coaching, Project Manager di Coaching&Coaching)